Avvia la Chat
1
Ciao! Grazie per averci visitato. Premi il pulsante Start per chattare con il nostro supporto :)

Avvia

folder Service Pack

In questa sezione potete scaricare le Service Pack del Gestionale1.

Ricordiamo che le service pack sono correzioni temporanee al software e cioè risolvono determinate anomalie riscontrate dopo l'installazione di una major release.

E' pertanto fortemente consigliato installarle (per gli utenti che hanno il gestionale installato su almeno un PC della rete connesso ad internet il download avviene automaticamente), salvo diverse indicazioni.

Le Service Pack possono contenere anche il rilascio di nuove funzionalità del gestionale.

Documenti

archive Service Pack 6.1.2 Nuovo

88 download

PRINCIPALI NOVITA' DELL'AGGIORNAMENTO

   Comunicazione Liquidazione Periodica IVA

______________________________________________________________________________________________________________________

L’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento n. 62214 del 21 marzo 2018 ha approvato il nuovo modello di Comunicazione liquidazioni periodiche I.V.A. e aggiornato le relative istruzioni e specifiche tecniche per la trasmissione dei dati.

Per l’anno 2018 le scadenze previste per l’adempimento sono:

  • 1° trimestre: entro il 31 maggio 2018;
  • 2° trimestre: entro il 17 settembre 2018;
  • 3° trimestre: entro il 30 novembre 2018;
  • 4° trimestre: entro l’ultimo giorno del mese di febbraio dell’anno successivo, per cui 28 febbraio 2019.

Le principali novità introdotte dal provvedimento, che dovranno essere applicate a decorrere dalle comunicazioni relative al primo trimestre 2018, sono:

  • l’introduzione nel rigo VP1 della casella “Operazioni straordinarie”, che deve essere selezionata in presenza di operazioni straordinarie quali fusioni, scissioni, cessioni di aziende, incorporazioni, ecc… nel caso di trasferimento del credito I.V.A. dal soggetto dante causa (società incorporata o scissa) al soggetto avente causa (società incorporante o beneficiaria);
  • l’introduzione della casella “Metodo” nel rigo VP13, che va compilata indicando il codice relativo al metodo utilizzato per la determinazione dell’importo dell’Acconto I.V.A. da riportare sul “mese 12”, oppure sul “trimestre 4 o 5”.

I valori che si possono indicare in relazione ai metodi di calcolo utilizzati per la determinazione dell’acconto I.V.A. sono:

  • 1 – storico;
  • 2 – previsionale;
  • 3 – analitico;
  • 4 – soggetti operanti nei settori delle telecomunicazioni, somministrazione di acqua, energia elettrica, raccolta e smaltimento rifiuti, eccetera.

pdf Note Release 6.1.2 Nuovo

7 download

PRINCIPALI NOVITA' DELL'AGGIORNAMENTO

   Comunicazione Liquidazione Periodica IVA

______________________________________________________________________________________________________________________

L’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento n. 62214 del 21 marzo 2018 ha approvato il nuovo modello di Comunicazione liquidazioni periodiche I.V.A. e aggiornato le relative istruzioni e specifiche tecniche per la trasmissione dei dati.

Per l’anno 2018 le scadenze previste per l’adempimento sono:

  • 1° trimestre: entro il 31 maggio 2018;
  • 2° trimestre: entro il 17 settembre 2018;
  • 3° trimestre: entro il 30 novembre 2018;
  • 4° trimestre: entro l’ultimo giorno del mese di febbraio dell’anno successivo, per cui 28 febbraio 2019.

Le principali novità introdotte dal provvedimento, che dovranno essere applicate a decorrere dalle comunicazioni relative al primo trimestre 2018, sono:

  • l’introduzione nel rigo VP1 della casella “Operazioni straordinarie”, che deve essere selezionata in presenza di operazioni straordinarie quali fusioni, scissioni, cessioni di aziende, incorporazioni, ecc… nel caso di trasferimento del credito I.V.A. dal soggetto dante causa (società incorporata o scissa) al soggetto avente causa (società incorporante o beneficiaria);
  • l’introduzione della casella “Metodo” nel rigo VP13, che va compilata indicando il codice relativo al metodo utilizzato per la determinazione dell’importo dell’Acconto I.V.A. da riportare sul “mese 12”, oppure sul “trimestre 4 o 5”.

I valori che si possono indicare in relazione ai metodi di calcolo utilizzati per la determinazione dell’acconto I.V.A. sono:

  • 1 – storico;
  • 2 – previsionale;
  • 3 – analitico;
  • 4 – soggetti operanti nei settori delle telecomunicazioni, somministrazione di acqua, energia elettrica, raccolta e smaltimento rifiuti, eccetera.

archive Service Pack 6.1.1 Popolari

154 download

 Service Pack 6.1.1

PRINCIPALI NOVITA' DELL'AGGIORNAMENTO


la presente per informarLa che con la versione 6.1.0 di Gestionale 1 è stata riscontrata una particolare casistica per cui, in assenza del modulo G1DOCINT “Collegamento procedura Tesoreria DocFinance”, nelle scelte Anagrafica Clienti e Anagrafica Fornitori, risultano disabilitate rispettivamente la scheda “Campi Liberi” e la scheda “Note”.

Al fine di evitare eventuali disagi che potrebbero sorgere nell’operatività quotidiana dell’utente, abbiamo predisposto un aggiornamento specifico per tale casistica con la versione 6.1.1

L’installazione è consigliata a tutti gli utenti

Per ottenere l'aggiornamento, sono disponibili le seguenti opzioni:

  1. Scaricare il file ”Gestionale 1 – Service Pack 6.0.2” facendo clic sul pulsante Download, salvare il file in una cartella e successivamente eseguirlo con un doppio click del mouse.
  2. scaricare il service pack direttamente dal servizio G1 Live Update di Gestionale 1 presente nel menu "Strumenti", "G1 Live Update.

archive Service Pack 6.0.3 Popolari

118 download

 Disponibile s.p. 6.0.3 – correzione relativa alla generazione del file Intrastat servizi

la presente per informarLa che con la release 6.0.2 di Gestionale 1, è stata individuata una casistica non del tutto corretta in fase di generazione del file telematico Intrastat SCAMBI.CEE.

Gli utenti che trattano acquisti o cessioni di servizi e, direttamente o avvalendosi di un consulente fiscale, acquisiscono il file generato da Gestionale 1 tramite Intr@Web (il software di compilazione e controllo dell’Agenzia delle Dogane) rileveranno infatti la segnalazione: “Il campo Codice servizio contiene dei caratteri alfabetici”.

Sebbene riportata come errore dalla diagnostica di Intr@Web durante l’elaborazione, tale messaggio non comporta necessariamente la mancata acquisizione dei dati dal telematico; l’utente infatti, nella maggioranza dei casi, può procedere alla validazione dei dati senza necessità di apportare alcuna modifica all’interno del software dell’Agenzia delle Dogane, arrivando a validare gli elenchi e predisporre correttamente il file per la firma e l’invio.

Considerando che tali segnalazioni possono aggravare il lavoro dell’utente, inducendo ad effettuare delle verifiche supplementari sui dati, e i tempi utili per la prima comunicazione del 2018, la cui scadenza per le periodicità mensili è fissata al 26 febbraio, abbiamo provveduto a rilasciare un aggiornamento specifico per tale casistica con la versione 6.0.3.

In considerazione del fatto che tale aggiornamento riguarda esclusivamente coloro i quali gestiscono i servizi Intrastat, abbiamo ritenuto di non distribuirlo in modalità Live Update.

Per poter installare la patch è necessario scaricare il file ”Gestionale 1 – Service Pack 6.0.3” facendo clic sul pulsante Download, salvare il file in una cartella e successivamente eseguirlo con un doppio click del mouse.

Il service pack 6.0.3 è installabile sulla versione 6.0.0 e successive.

pdf Note Release 6.0.2

88 download

Scarica (pdf, 917 KB)

G1_note 602.pdf

 PRINCIPALI NOVITA' DELL'AGGIORNAMENTO

Area Contabile 

  1. Certificazione Unica (CU2018)
  2. Migliorie Comunicazione Analitica Dati I.V.A.
  3. Semplificazioni Intrastat
  4. Adeguamento schemi Bilancio UE

Area Ciclo Attivo/Passivo e Magazzino Fatturazione Elettronica:

comunicazione del codice AIC

Altre implementazioni

Migliorie Collegamento AGO Infinity

archive Service Pack 6.0.2 Popolari

217 download

 Service Pack 6.0.2

Sommario

Area Contabile 

  1. Certificazione Unica (CU2018)
  2. Migliorie Comunicazione Analitica Dati I.V.A.
  3. Semplificazioni Intrastat
  4. Adeguamento schemi Bilancio UE

Area Ciclo Attivo/Passivo e Magazzino Fatturazione Elettronica:

comunicazione del codice AIC

Altre implementazioni

Migliorie Collegamento AGO Infinity

L’installazione è consigliata a tutti gli utenti Per poter installare la patch è necessario scaricare il file ”Gestionale 1 – Service Pack 6.0.2” facendo clic sul pulsante Download, salvare il file in una cartella e successivamente eseguirlo con un doppio click del mouse. Inoltre è possibile scaricare il service pack direttamente dal servizio G1 Live Update.

Ricordiamo che il tempo necessario per potere scaricare i file può variare in funzione del traffico sulla rete e su questo server.

archive Service Pack 6.0.1 Popolari

309 download

Gestione delle fatture di acquisto soggette a Split Payment

SCARICA QUI LE ISTRUZIONI

Lo “Split Payment” o meccanismo per la scissione dei pagamenti della Pubblica Amministrazione nasce con la Legge di Stabilità 2015 (Legge n. 190/2014), che ha introdotto l’articolo 17-ter. In base a questo meccanismo, per le fatture di vendita di beni e servizi emesse verso le P.A. il versamento all’Erario dell’I.V.A. non è in capo al soggetto venditore, ma ricade direttamente sul soggetto acquirente; in questo modo è l’acquirente che deve preoccuparsi di versare la quota I.V.A. (non riconosciuta al fornitore) direttamente all’Erario.

Novità normative

Il D.L. 50/2017 (c.d. Manovra Correttiva 2017) ha ampliato la categoria dei soggetti coinvolti, ma non ha modificato le esclusioni già previste di alcune operazioni.

Più nello specifico, a partire dal 1° luglio 2017 questo D.L. prevede:

  • la cancellazione dell’esonero previsto per i compensi per prestazioni di servizi assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta sul reddito dei professionisti (comma 2) i quali devono ora applicare la disciplina dello split qualora operino nei confronti delle pubbliche amministrazioni e di tutti i nuovi soggetti destinatari di detta disciplina;
  • l’estensione della platea dei soggetti destinatari, includendo anche società controllate dalla presidenza del Consiglio dei ministri, dai ministeri, dalle Regioni, dalle Province, dai Comuni, ecc. e società quotate inserite nell'indice FTSE MIB della Borsa

La Legge n. 172 del 04/12/2017, che ha convertito in legge il Decreto Legge n. 148 del 16/10/2017, prevede, a partire dal 1° gennaio 2018, l’estensione dello “Split Payment” nei confronti degli enti pubblici economici nazionali, regionali e locali e nei confronti di tutte le società controllate direttamente o indirettamente da qualsiasi tipo di amministrazione pubblica e società partecipate per almeno il 70% da qualsiasi amministrazione pubblica o società soggetta alla scissione dei pagamenti.

Per i soggetti coinvolti dallo “Split Payment”, l’imposta può essere assolta attraverso:

  • “ordinaria” liquidazione
  • specifico versamento tramite modello F24 utilizzando un apposito codice tributo

e l’esigibilità si manifesta al momento del pagamento dei corrispettivi, con possibilità di optare per l’esigibilità anticipata al momento della ricezione della fattura, ovvero al momento della registrazione della stessa.

L’installazione è consigliata a tutti gli utenti Per poter installare la patch è necessario scaricare il file ”Gestionale 1 – Service Pack 6.0.1” facendo clic sul pulsante Download, salvare il file in una cartella e successivamente eseguirlo con un doppio click del mouse. Ricordiamo che il tempo necessario per potere scaricare i file può variare in funzione del traffico sulla rete e su questo server.

Ricerca con Google

Slide background

Fatturazione Elettronica

Fornitori della PA

Intermediari

Slide background

Sistema di Interscambio

Intermediari

P.A.

Spedizione

Seguici sui nostri canali Social

Fan Page

Siamo qui!

Newsletter

Vai all'inizio della pagina
Avvia la Chat
1
Ciao! Grazie per averci visitato. Premi il pulsante Start per chattare con il nostro supporto :)

Avvia